Mamme 2.0
Digitali, geek e tecnologiche
Mamme e lavoro
Per conciliare famiglia e carriera
Mamme Vip
Un occhio discreto sotto i riflettori
Tate e Nonni
Baby sitting: come organizzarsi

A Scuola, Crescere - Oct 23, 2014

Una giornata #ascuoladipetcare

Una giornata #ascuoladipetcare

Cronaca di un pomeriggio trascorso in cascina e di un progetto d’amicizia a quattro zampe.

Sole, bambini, cani, campagna: premesse ideali per la giornata #mammeascuoladipetcare. L’intento era quello di approfondire il progetto “A scuola di PetCare” che Purina promuove da dieci anni nelle scuole e con le famiglie.

Il tempo era – appunto – splendido. I bambini hanno giocato con attività in tema, le mamme hanno ascoltato, ci siamo cimentati tutti insieme con un po’ di training sul campo e abbiamo apprezzato una gustosissima merenda.

Potrei entrare nei dettagli e raccontarvi di quanto era bello il badge, con le foto di tutti gli animali, o di quanto fosse tenera e coccolona la goldie che ha permesso a grandi e piccoli di sperimentare un po’ di obedience training (quelle cose che si imparano alla scuola cinofila insomma).

Potrei dirvi che il tocco e il diploma erano davvero fantastici, che i cupcakes erano deliziosi, che la compagnia era squisita e via discorrendo. Ma mi sembrerebbe davvero di sminuire questo progetto.

 

Quello che voglio raccontarvi, invece, è perché credo che questo sia un progetto utile e a cui prestare attenzione, trovandogli possibilmente un po’ di spazio nella routine frenetica delle nostre vite.

Qualche mese fa un amico di mio figlio è venuto a giocare a casa nostra. Non sapeva cosa fossero le fusa: abbiamo passato il pomeriggio ad accarezzare i gatti (fortuna ne abbiamo tre!) per farglielo scoprire. L’ho trovato insolito ma non lo è poi molto considerando la vita di città in appartamento.
L’altro giorno al parchetto della scuola i bambini si sono stupiti per la reazione di un cane corso: la cagnolona è bravissima ma ha il terrore dei palloncini e – legittimamente – cercava di rintanarsi il più lontano possibile da quegli oggetti che lei reputa inquietanti.

Scene di vita quotidiana che evidenziano un punto molto semplice: i vostri bambini possono avere confidenza con gli animali domestici oppure no; possono essere indifferenti o intimoriti ma  è certo che entreranno in contatto con loro. Relazionarsi con un cane o un gatto è un’esperienza di crescita ma è bene conoscere alcune regole di comportamento. D’altra parte, anche se avete animali domestici in casa, i vostri figli devono imparare che non tutti i cani o i gatti sono uguali, che possono avere paure o reazioni diverse da quelle a cui sono abituati.

Il progetto “A scuola di PetCare” nasce per questo ed è l’unica campagna educativa nazionale dedicata agli animali da compagnia. Si rivolge alle scuole ma offre materiali gratuiti che possono essere utilizzati anche dalle famiglie. Potete proporlo alla vostra scuola, oppure ritagliarvi dieci minuti per guardare i cartoni animati realizzati per educare all’amicizia a quattro zampe. Trovate tutti i dettagli sul progetto e sui materiali sul post dedicato.

 

I cupcakes del compleanno di “A scuola di PetCare” erano davvero deliziosi, comunque, e alla fine della giornata abbiamo anche ricevuto il kit per “i compiti a casa”.

 Ma come vedete qui la parola “compiti” non è particolarmente efficace. Dev’essere perché per vivere felici con gli animali da compagnia si finisce anche per condividere cattive abitudini…

Lascia un commento a SMamma!