Mamme 2.0
Digitali, geek e tecnologiche
Mamme e lavoro
Per conciliare famiglia e carriera
Mamme Vip
Un occhio discreto sotto i riflettori
Tate e Nonni
Baby sitting: come organizzarsi

A Scuola - Feb 4, 2014

Un’economia da favola #fiabeedenaro

Un’economia da favola #fiabeedenaro

Questa l’idea del progetto pensato per educare i più piccoli al risparmio e all’economia. Favole, esercizi, consigli pratici per i genitori e spunti per riflettere consapevolmente sul modello che proponiamo ai nostri figli nella gestione delle finanze personali e familiari.

Fiabe e denaro è un libro – pubblicato dalle Edizioni d’Este – realizzato in collaborazione con il Consorzio Pattichiari ed è l’espressione di un vero e proprio progetto per fornire a genitori e insegnanti strumenti, riferimenti e consigli nell’educazione alla gestione del denaro.

Avevate mai pensato quanto sarà importante per il futuro dei vostri figli l’acquisire delle “sane abitudini” in materia di soldi? Il tema è esattamente quello: riportare l’attenzione su un aspetto fondamentale della vita di ognuno di noi.

Come ci ricorda Emanuela Rinaldi – ricercatrice in Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi e curatrice del libro – “In Italia, i bambini incontrano il denaro ancora prima dei quaderni di scuola.” Pur non avendo cognizione del valore in sé, i pagamenti, le monete, i resti fanno parte della quotidianità anche dei bambini più piccoli. E’ stato estremamente interessante scoprire che – secondo uno studio pubblicato nel 2007 – il modello espresso dal genitore è decisamente fondamentale nell’educazione al denaro. Importante anche la possibilità di fare esperienze in autonomia, come per esempio lasciando i bambini destreggiarsi con la “paghetta”.

L’incontro di presentazione del libro e del progetto è stata l’occasione per riflettere su questi temi che spesso passano in secondo piano. Se ci pensate, quanta energia riservate ai compiti o all’alimentazione equilibrata rispetto al tema “denaro”? Nel dibattito sono emersi temi di una quotidianità disarmante, sostenuti da indicazioni puntuali e “certificate”.

Ad esempio, alla domanda “paghetta sì/paghetta no” è stato risposto che è sicuramente un esercizio utile, da proporre dai 6/7 anni per dare un’idea del costo delle cose.
Molto confortante anche la condivisione di esperienze rispetto al concetto di denaro, dove, ad esempio, le monete valgono più di qualsiasi banconota nell’immaginario dei bambini e il bancomat è questa macchina che elargisce contanti in modo del tutto spontanea e indipendente da un conto corrente.
Utili anche gli spunti rispetto alla percezione faticosa del soldo reale in un mondo di pagamenti online e acquisti via Internet. Da tenere sempre presente – infine – il riferimento al capitale umano, valore aggiunto e insostibuile di qualsiasi economia.

Temi stimolanti e importanti, che questo incontro mi ha portato ad approfondire. Come ho avuto occasione di raccontare, il tema “denaro” è entrato nel mio “programma educativo” in relazione alla caduta del primo dente da latte, quando mio figlio ci ha – legittimamente – ricordato che si aspettava un soldino dalla fata dei dentini. Non ci eravamo mai posti il problema di quanto dovesse lasciare questa benedetta fatina e ci siamo così ritrovati a interrogare amici e conoscenti per individuare un “valore di mercato” ragionevole. Le risposte sono state spiazzanti perché andavano dai 50 centesimi ai 50 euro.
Alla fine noi abbiamo risolto con 4 euro, il prezzo di una bustina delle figurine del momento ma ci siamo resi conto che il modo con cui le famiglie affrontano questo tipo di temi sono davvero differenti.

Un motivo in più per essere consapevoli dei riferimenti adottati. Questo credo sia il valore di questo libro e di questo progetto, il proporci un esercizio importante per le competenze che i nostri figli acquisiscono, perlopiù in modo indiretto, da noi.
Un esercizio alla portata di tutti perché il libro si scarica gratuitamente in formato digitale su Amazon e BookRepublic. In alternativa, potete richiedere una copia gratuita del volume sul sito Economia a scuola , il sito web dove è possibile continuare ad informarsi sull’educazione all’economia che vorremmo per i nostri figli.

Lascia un commento a SMamma!