Mamme 2.0
Digitali, geek e tecnologiche
Mamme e lavoro
Per conciliare famiglia e carriera
Mamme Vip
Un occhio discreto sotto i riflettori
Tate e Nonni
Baby sitting: come organizzarsi

Crescere, Primo Piano, Segnalazioni e comunicati stampa - Oct 3, 2013

Weekend con i pidocchi, rideteci su!

Weekend con i pidocchi, rideteci su!

Quando ero piccola mia nonna mi raccontava sempre del giorno in cui mio nonno tornò dalla guerra. Lo aspettavano da tanto tempo e lui arrivò avvolto solo da una coperta militare, barcollando lungo il ballatoio delle scale e chiamandola con un filo di voce. “L’era tüt oss e pioeucc” ovvero “Era tutto ossa e pidocchi”, ripeteva sempre mia nonna ricordando quel momento.

Così nel mio immaginario i pidocchi erano da sempre associati a qualcosa di eroico, quasi epico e, allo stesso tempo, piuttosto remoto, distante e lontano come, appunto, la fine della Seconda Guerra Mondiale. E invece no. Basta diventare genitori ed entrare, attraverso i figli, in una comunità infantile per scoprire che i pidocchi sono tra noi, stanno discretamente bene e tendenzialmente tornano almeno un paio di volte all’anno (scolastico). In quei momenti compare il famoso “Avviso” degli insegnanti con la richiesta di controllare i propri figli regolarmente per combattere il diffondersi della pediculosi.

Quelli sono i giorni in cui benedico di avere un figlio maschio con i capelli quasi a spazzola e quelli sono anche i giorni in cui le mamme si confrontano sui prodotti da utilizzare, sulle strategie di “disinfestazione” e, tendenzialmente, si grattano a prescindere, appena si scandisce la parola “pidocchio”. E fin qui diciamo che è abbastanza naturale. Il problema può sorgere quando un piccolo disagio, del tutto occasionale, diventa motivo di eccessiva preoccupazione, vergogna o esclusione da parte dei compagni.

In questo senso il ruolo dei genitori è fondamentale: è importante che siano capaci di intervenire ma minimizzando, sdrammatizzando e chiarendo che si tratta di un evento del tutto fortuito.
Per contribuire a questa “esorcizzazione” collettiva sul tema pidocchi, Paranix, leader nel settore dei prodotti antipediculosi, lancia un concorso web per ironizzare insieme sul problema.

Il concorso Pidoclick un tranquillo weekend con i pidocchi è un concorso fotografico tra le famiglie italiane, che invita tutte le mamme a rappresentare visivamente in uno “scatto” ed in maniera ironica “il grattacapo” che si scatena in una famiglia quando si scoprono i pidocchi sulla testa dei propri figli.

Per partecipare è necessario scattare una foto che rappresenti la reazione della famiglia alla comparsa dei pidocchi, accompagnandola con un testo che ne spieghi il messaggio.

Il concorso ha lo scopo di diffondere tra tutte le famiglie coinvolte i principi educativi mirati alla risoluzione serena e rapida di eventuali infestazioni, sia a scuola che in famiglia. Sorridere e ironizzare sui pidocchi significa soprattutto sfatare quei retaggi culturali in base ai quali ancora oggi si associa la pediculosi alla vergogna, alla carenza di igiene, a una estrazione sociale non agiata. Che, come vedete, è quello che in effetti accade a me, che alla parola “pidocchi” visualizzo mio nonno di ritorno dalla guerra.

Per partecipare al concorso:

1. Scatta una simpatica e ironica foto di famiglia per raccontare la reazione alla notizia;

2. Vai sul sito www.ilprincipeparanix.it/concorso. Leggi il regolamento del concorso;

3. Iscriviti e carica la tua foto;

4. Condividi se vuoi la tua foto su Facebook;

5. Per ottenere il maggior numero di voti invita amici e parenti a votare la tua foto sul sito www.ilprincipeparanix.it a condividerla su Facebook;

6. Tra le foto più votate una giuria di esperti decreterà le foto vincitrici.

 Oltre al concorso, Paranix torna per il quarto anno consecutivo a proporre nelle scuole il progetto didattico “Il principe Paranix e l’invasione degli ultraPidocchi” per sensibilizzare insegnanti, alunni e genitori sulle corrette pratiche igieniche in caso di infestazioni.

Perché, in fondo, come mi ha spiegato un’amica cinquenne di mio figlio l’altro giorno “Se hai i pidocchi non c’è problema, ti basta lo shampoo magico e bum spariscono!”
Sarebbe una testimonial perfetta per Paranix che con la sua linea di prodotti, sia per la prevenzione che per il trattamento di cui trovate tutti i dettagli sul sito, ha eliminato gli insetticidi, in modo che non fossero dannosi per i bambini.

Un’innovazione importantissima, sottolineata quest’anno da una campagna di sensibilizzazione su un tema delicato che non deve generare però ansie o imbarazzi. Meglio riderci su, partecipando al concorso come terapia di gruppo…

[Post sponsorizzato]

 

Lascia un commento a SMamma!