Mamme 2.0
Digitali, geek e tecnologiche
Mamme e lavoro
Per conciliare famiglia e carriera
Mamme Vip
Un occhio discreto sotto i riflettori
Tate e Nonni
Baby sitting: come organizzarsi

Segnalazioni e comunicati stampa, Tate e Nonni - Apr 23, 2012

Arriva Yoopies.it, per trovare una baby sitter grazie ai propri amici Facebook

Arriva Yoopies.it, per trovare una baby sitter grazie ai propri amici Facebook

Yoopies.it è la prima piattaforma che permette ai genitori di trovare facilmente la baby-sitter o la tata ideale facendo riferimento alle raccomandazioni della propria rete d’amici Facebook.

Happy Kids, Free Parents
Quando si tratta di trovare qualcuno che si occupi dei propri figli non ci si può rivolgere a una persona qualunque. E’ partendo da questa constatazione che Jessica Cymerman, Serial Mother di due bambini, e Benjamin Suchar, Serial Imprenditore, hanno creato Yoopies, la prima piattaforma “social” per la ricerca di baby-sitter e tate online.

Yoopies.it permette a ciascun genitore non solo di trovare una baby-sitter secondo numerosi criteri (disponibilità, distanza, esperienze, attestati, etc.) ma soprattutto di trovare una baby-sitter raccomandata dai propri amici.
Inoltre, i genitori che lo desiderano possono collegare il proprio profilo facebook a quello di Yoopies così da accedere automaticamente alla rete di amici comuni, moltiplicando le possibilità di scoprire le valutazioni e i commenti ricevuti dalla baby-sitter che si sta per assumere.

« Yoopies ricrea l’esperienza tradizionale del passaparola, ma su Internet » spiega Benjamin Suchar, cofondatore.
Grazie a Yoopies, i genitori hanno in mano tutti gli strumenti per scegliere al meglio la persona adatta a prendersi cura dei propri figli. Sia che si tratti di trovare una baby-sitter che abbia almeno 3 anni di esperienza disponibile per il dopo scuola che di una tata bilingue munita di patente, Yoopies ha la soluzione!

Più di 1000 baby-sitter e tate già iscritte

Se è vero che Yoopies si preoccupa della soddisfazione dei genitori, non per questo si dimentica delle baby-sitter: grazie al numero di raccomandazioni ricevute e di baby-sitters invitate ad aggiungersi alla rete di Yoopies, queste possono guadagnare punti che saranno poi convertiti in regali diversi ogni mese!

Come beneficiare dei vantaggi di Yoopies ?
Per le baby-sitter il servizio è interamente gratuito. Quanto ai genitori, hanno la possibilità di ottenere gratuitamente il primo contatto, poi potranno scegliere il loro abbonamento: 9€ per un mese, 19€ per 3 mesi e 49€ per 1 anno. L’abbonamento permette di accedere illimitatamente ai dati delle baby-sitter, di salvare e gestire i propri profili preferiti e di utilizzare i criteri di ricerca avanzata.

Ancora prima del lancio ufficiale, più di 1000 baby-sitters si sono aggiunte a Yoopies in appena un mese. « Vogliamo dare un tocco giovane e allo stesso tempo rinnovare i siti destinati ai genitori » conclude Jessica Cymerman.

Il video dedicato alle baby sitter

A proposito dei fondatori

Jessica Cymerman, Serial Mother
Jessica, dopo qualche anno passato in radio e in televisione, è oggi giornalista per la stampa su carta e su web in Francia. Giovane mamma di due bambini, si aggira per Parigi alla ricerca delle migliori proposte per loro. Ha redatto la guida “Parigi con dei bambini“, pubblicata presso Lonely Planet in maggio 2011. E’ capo redattrice del sito internet della rivista BE (gruppo Lagardere) dove tiene allo stesso tempo una rubrica quotidiana. Infine, è anche redattrice del blog francese di Yoopies, SerialMother.

Benjamin Suchar, Serial Imprenditore
Benjamin Suchar si è laureato presso l’Università Paris Dauphine.    Ha lavorato per Tree-Nation.com, un social network che ha base a Barcellona dedicato all’ambiente, dove rivestiva il ruolo di Business Development Manager per promuovere l’attività delle start-up in Francia. Recentemente è stato analyst presso DN Capital, una società di Venture Capital con base a Londra e a Palo Alto e ha lanciato l’application mobile CheckMyMetro Parigi, vincitrice dello start-up week-end e scaricata più di 60 000 volte.

Comunicato stampa

 

Lascia un commento a SMamma!