Mamme 2.0
Digitali, geek e tecnologiche
Mamme e lavoro
Per conciliare famiglia e carriera
Mamme Vip
Un occhio discreto sotto i riflettori
Tate e Nonni
Baby sitting: come organizzarsi

Leggere - Nov 15, 2011

In the mood for… Apartment Therapy

In the mood for… Apartment Therapy

Cambio degli armadi. Casa di Natale e nuovi regali da sistemare in arrivo. Spazi da ottimizzare. Soluzioni funzionali da trovare. C’è bisogno di Apartment Therapy.

Ci sono quei periodi in cui la casa esplode. C’è bisogno di decluttering, perché spesso sono gli oggetti inutili a “soffocare” la casa, lo spirito e chi ci abita. Ci sono poi invece momenti di crescita e cambiamento, in cui bisogna riorganizzare gli spazi e ripensare la propria casa, come quando sta per nascere un bambino.

Momenti inevitabili da affrontare con un piano, una strategia, una “visione” che ci salvi dall’inevitabile stress da riordino.
E chi può indirizzarci meglio di Maxwell Gilligham-Ryan, l’uomo che ci ha promesso di salvare il mondo una stanza alla volta?
Il suo blog è un punto di riferimento per la cura della casa, inteso come momento di benessere e non come dovere casalingo. Fonte d’ispirazione quotidiana e vero proprio antistress da pausa pranzo, Apartment Therapy si è persino “declinato” a vantaggio di famiglie in crescita, aspiranti green, geek dal cavo perenne, cuochi provetti dalle mille esigenze.

Se però il vostro obiettivo è concreto e avete bisogno di “portare equilibrio, salute e benessere nei propri spazi” con concentrazione e urgenza, i contenuti online potrebbero non soddisfare il vostro bisogno di “full immersion”, strategia d’attacco e comprensione della “cura” in tutte le sue sfumature. Ecco allora il libro Apartment Therapy vero e proprio manuale in cui Maxwell Gilligham-Ryan, oltre a raccontare l’idea e il suo progetto, introduce in modo immediato e sistematico il percorso da intraprendere per rendere la propria casa sana, accogliente e positiva.

Apartment Therapy
Come portare equilibrio, salute e benessere nei propri spazi
Maxwell Gilligham-Ryan
Edizioni Il Puntod’Incontro

La casa è il tuo principale rifugio, forse l’unico luogo che puoi definire veramente tuo, eppure spesso ne sei insoddisfatto e la vivi con disagio. È importante riconoscere le conseguenze che l’abitazione ha sulla vita quotidiana: dormire male, cucinare peggio, sentirsi imbarazzati quando si hanno ospiti, essere stressati dalle piccole riparazioni domestiche sono problematiche che, se peggiorano o persistono, arrivano a influenzare la vita personale e professionale. Sottrarsi ai problemi e traslocare è una soluzione estrema, ma le prime cose che ti seguono quando cambi casa sono le cattive abitudini, i tuoi fardelli.

Apartment therapy presenta un programma in otto settimane grazie al quale potrai:
• Rendere sana e positiva la tua casa
• Trasformarla in un ambiente ben organizzato e piacevole
• Creare e mantenere buone abitudini domestiche

“Un approccio brillante, economico e divertente per creare la casa dei sogni – e realizzare i tuoi stessi sogni – direttamente dal designer ideatore di quello che a ragione è stato definito il blog che ti dà una piacevole dipendenza: apartmenttherapy.com”. The New York Times

Inutile dirlo: io non lo voglio solo perché ce l’ho già… Scherzi a parte, questo è un libro da consigliare a chiunque sia un appassionato dell’inconfondibile stile di Maxwell Gilligham-Ryan e di chi abbia il gusto e la voglia per migliorare la qualità della propria vita. Ah. E se non sapete cosa fare di tutto quello che butterete, date un’occhiata a Reoose, il primo eco-store del riutilizzo e del baratto asincrono di cui ho già parlato su MommyPride.

0 Commenti a questo post

1 Trackbacks per questo post

  1. Chiedi alla polvere #angolicurve | SMamma Says:

    [...] e stimolante tanto più che negli ultimi anni è diventato anche di tendenza grazie al successo di Apartment Therapy. Forse è proprio quello di cui avevo bisogno per “appassionarmi” a tutte queste [...]

Lascia un commento a SMamma!